Riconoscimento Facciale | Tecnologia Biometrica | Approfondimenti

La nuova frontiera della sicurezza è sicuramente il controllo e riconoscimento facciale biometrico dell'individuo. La biometria si basa proprio sul riconoscimento di diversi tratti somatici, delle impronte digitali, dell'iride umana offrendo cosi la certezza di riconoscere l'individuo dai suoi tratti peculiari. Il riconoscimento facciale è la vera nuova frontiera della sicurezza internazionale, ragion per cui anche il nuovo passaporto elettronico è munito di una foto digitale identificativa del soggetto in questione.

Le foto utilizzate per il riconoscimento facciale devono comunque rispettare necessariamente determinati standard qualitativi per assicurare un risultato garantito ed affidabile. Le opportune verifiche devono essere svolte infatti tramite standard internazionali pre-impostati e non tramite soggettività.

Lo svolgimento del riconoscimento facciale si identifica in tre differenti fasi.

Riconoscimento facciale - Fasi di creazione immagine

  • L'analisi

Nella prima fase il sistema di riconoscimento facciale identifica il volto tramite la scansione determinata dal contrasto, la luminosità, la posizione del volto sull'asse verticale ed orizzontale, numero di volti nell'immagine, risoluzione e dimensione dell'immagine e rotazione del volto intorno all'asse impostata sul naso del soggetto.

  • Classificazione

Dopo l'analisi iniziale il riconoscimento facciale viene classificato in tre diverse categorie, cioè qualità ottimale, non modificabile e modificabile.

  • Modifica eventuale

Nell'ultima fase le immagini del riconoscimento facciale possono essere modificate seguendo gli standard geometrici e biometrici richiesti e le caratteristiche precedentemente esposte nella fase 1.

Riconoscimento facciale - Tecnologie

I sistemi di riconoscimento facciale utilizzano diverse tecniche e tecnologie ed attualmente le principali sono la Tecnologia PCA (Principal Component Analysis), la tecnologia LFA (Local Feature Analysis) e per finire le reti neurali. Anche se in Italia il riconoscimento facciale biometrico non ha ancora preso molto piede, soprattutto per le difficoltà trovate nel far coincidere tale tecnologia alle norme sulla privacy attualmente in vigore, il riconoscimento facciale stà trovando sempre nuove soluzioni per ovviare anche a questi problemi. In pratica il futuro della sicurezza è sicuramente affidato al riconoscimento facciale o comunque più in generale alla biometria, di cui Securline si occupa da anni ormai.

Condividi


Per avere maggiori informazioni, richiedere un preventivo o assistenza per il vostro impianto, non esitate a contattarci

Contattaci