Installazione Antifurto | Sistemi Antintrusione | Approfondimenti

Questo approfondimento cercherà di spiegare a grandi linee le fasi di installazione di un antifurto casalingo via cavo, spiegando inoltre i collegamenti necessari per i sensori, le sirene e i dispositivi di controllo dello stesso.

Scegliere una ditta seria e professionale vuol dire proprio optare per dei prodotti di prima qualità ed una installazione che sia veloce e soprattutto sicura ed affidabile.

Come immaginabile, non verranno mensionati antifurti via radio, per i quali è necessario, essendoci assenza di fili, solo programmare i sensori e la centralina del sistema.

Installazione Antifurto - Sensori

 Innanzitutto il funzionamento teorico di un sistema di allarme è il seguente. La centrale invia continuamente segnali ai sensori i quali rimandano indietro tale segnale. Se invece non torna alla centrale l'imput allora scatta l'allarme in automatico. La maggior parte dei sistemi inviano un segnale negativo di alimentazione. I sensori hanno al loro interno due morsetti, nei quali entra ed esce il segnale stesso. Quando il sensore entra in allarme allora stacca il contatto e perciò i dati non tornano alla centrale. Nell'installazione dell'antifurto è essenziale fare in modo che i collegamenti dei fili siano impeccabili per non far risultare il nostro sistema non impaccabile.

Installazione Antifurto - Sirene

 Il passo seguente nell'installazione di un antifurto è il collegamento delle sirene di allarme. Il collegamento ed il funzionamento è il medesimo dei sensori di controllo, ma cambia l'alimentazione delle sirene. Innanzitutto le sirene possono essere semplici o autoalimentate.  La prima suona quando accade l'esempio già citato nei sensori di mancata ricezione di segnale da parte della centrale. La seconda invece si attiva anche se l'intruso cerca di tagliare il cavo. Ovviamente nel primo caso l'alimentazione nell'installazione dell'antifurto verrà separata da quella per i sensori.

Installazione Antifurto - Chiave Elettronica

 In commercio la maggior parte dei sistemi di antifurto hanno già compresa nella centralina la chiave elettronica. Se questa però non fosse presente abbiamo bisogno durante l'installazione dell'antifurto di collegare la scheda di decodifica all'interno della centrale che servirà per criptare il codice della chiave elettronica. Il collegamento avviene attraverso morsetti univoci, perciò basterà collegare quelli con lo stesso nome. La scheda di decodifica ha bisogno di 4 cavi. Due sono per l'alimentazione e due per l'alimentazione dei contatti di accensione e spegnimento del sistema. Nel caso di utilizzo di radiocomando sarà sufficiente innestare una scheda di ricezione al posto della scheda  di decodifica, ma i contatti saranno i medesimi.

Condividi


Per avere maggiori informazioni, richiedere un preventivo o assistenza per il vostro impianto, non esitate a contattarci

Contattaci