I vantaggi dei sistemi senza fili | Sistemi Antintrusione | Approfondimenti

Al di là dell’eliminazione del problema di posa dei cavi, la filosofia di progetto e produttiva dei migliori “senzafili” non è improvvisata, e tende a soddisfare il proprio bacino di utenza, pari a circa 25 milioni di famiglie solo in Italia. Per questo i sistemi di allarme senza fili sono più semplici da installare, ma anche e soprattutto più semplici da utilizzare, e, in quanto sistemi, vengono forniti corredati di manuali comprensibili destinati al cliente e certificati di garanzia come qualunque altra apparecchiatura elettronica evoluta.

Sistemi senza fili: I punti di forza

I sistemi senza fili permettono di integrare facilmente funzioni ausiliarie, ma non secondarie, quali la segnalazione di panico e/o di malore; il controllo di rivelatori di pericolo, tipo gas, fumo, allagamento e simili; l’accensione di luci radiocomandate in fase di preallarme; il monitoraggio dell’impianto da diversi punti dell’abitazione.

E ancora, per loro caratteristica intrinseca, i sistemi senza fili possono essere totalmente indipendenti dalla rete pubblica di alimentazione elettrica, principale fonte di malfunzionamenti per insufficiente autonomia, e di falsi allarmi nel caso di forti disturbi indotti nell’impianto elettrico e/o telefonico.

In ultimo, il costo di un sistema di allarme senza fili è equiparabile, per l'utente, a quello di un sistema tradizionale, ma è costituito in massima parte da apparecchiature, che sono naturalmente piu’ costose delle equivalenti tradizionali. Essendo poi installabili in poche ore, con mano d’opera decisamente ridotta, sono evidenti i vantaggi in caso di modifiche, implementi o spostamenti dell’impianto.

Sistemi senza fili: evoluzione della tecnologia

Come detto, l’evoluzione dei sistemi senza fili ha avuto una fase iniziale dove si sono tentate diverse soluzioni tecniche, finalizzate allo scopo di eliminare la posa dei cavi.

  • La tecnologia delle onde convogliate, l’utilizzo cioè dei fili dell’impianto elettrico esistente per trasmettere segnali fra le varie apparecchiature, pone comunque vincoli installativi legati alla posizione delle prese di corrente, oltre a difficoltà di eliminazione dei disturbi presenti in rete
  • La trasmissione di segnali infrarossi: di uso comune nei comandi dei televisori, presenta peraltro problemi installativi al momento di trasmettere da una stanza all’altra, poiché sensibile alle barriere fisiche
  • La trasmissione via radio, già utilizzata per tutte le comunicazioni umane indirette, a cominciare dalla TV o dai telefonini cellulari, per finire ai telecomandi apricancello

Proprio quest’ultima ha avuto il sopravvento su tutte le altre soluzioni, poiché, nonostante alcuni aspetti negativi, costituisce il miglior mezzo di comunicazione in etere, permette di superare ostacoli fisici e di trasmettere codici ad alta velocità, il tutto con consumi energetici anche ridottissimi.

La trasmissione via radio, con la quale conviviamo tutti ogni giorno, ha contribuito a cambiare il mondo. E’ quindi ragionevole pensare che potesse trovare impiego anche nei sistemi di allarme, come sta effettivamente succedendo, per gli enormi vantaggi che offre in alcune applicazioni.

Condividi


Per avere maggiori informazioni, richiedere un preventivo o assistenza per il vostro impianto, non esitate a contattarci

Contattaci